Stampa

Bonus Gas

BONUS GAS per le famiglie a basso reddito


Dopo il bonus elettrico arriva il bonus gas che comporta una riduzione dell'importo dellebollette del gas metano per qualsiasi uso domestico (cottura, acqua calda, riscaldamento) per la sola abitazione di residenza.

La richiesta del bonus potra' essere presentata da Novembre 2009 inoltre

  • Se l'istanza di domanda e' presentata entro il 30 Aprile 2010 ed e' corredata di attestazione ISEE rilasciata nell'anno 2009 sara' retroattiva dal data di scadenza dell'ISEE al 1^ Gennaio 2009 o alla data di attivazione se successiva al 1^ gennaio
  • Se l'istanza di domanda e' presentata entro il 30 Aprile 2010 ed e' corredata di attestazione ISEE rilasciata nell'anno 2008 sara' retroattiva dalla 31 dicembre 2009 al 1^ Gennaio 2009 o alla data di attivazione se successiva al 1^ gennaio

La durata del bonus e' di 12 mesi (eventualmente rinnovabili); infatti entro un mese dalla scadenza il consumatore dovra' presentare una domanda accompagnata da una certificazione ISEE aggiornata, che attesti il permanere delle condizioni di disagio economico.

Il bonus gas potra' essere richiesto anche da coloro che, in presenza dei requisiti ISEE e di residenza indicati, utilizzano impianti di riscaldamento condominiali, ovviamente a gas naturale

Per tutti gli utenti che hanno sottoscritto direttamente un contratto per la fornitura di gas naturale, il bonus sara' riconosciuto come una componente in deduzione sulle bollette; per tutti gli utenti che, invece, usufruiscono di impianti centralizzati di riscaldamento e non hanno un contratto diretto di fornitura, il bonus sara' riconosciuto attraverso un bonifico intestato al beneficiario.


Chi puo' richiedere il bonus?

Gli utenti (famiglie o single) in condizioni di disagio economico cioe' con indicatore ISEE

  1. Non superiore a 7.500 eurofino a 3 figli a carico.
  2. Non superiore a 20.000 euro con 4 o più figli a carico.

A quanto ammonta il bonus?

Il bonus, che rappresenta una riduzione di circa il 15% della bolletta del gas, sara' quantificato in base ai seguenti parametri:

  1. per zona climatica (in modo da tener conto delle diverse esigenze di riscaldamento, legate alle diverse condizioni climatiche);
  2. per tipologia di utilizzo
    • solo cottura cibi (codice 001)
    • solo produzione acqua calda sanitaria (codice 002);
    • cottura cibi + acqua calda sanitaria (codice 003);
    • solo riscaldamento individuale/centralizzato (codice 006);
    • riscaldamento individuale + cottura cibi + acqua calda (codice 007);
    • riscaldamento individuale + cottura cibi (codice 008);
    • riscaldamento individuale + acqua calda sanitaria(codice 009);
    • riscaldamento centralizzato + cottura cibi + acqua calda sanitaria (codice 010);
    • riscaldamento centralizzato + acqua calda sanitaria (codice 011);
  3. per numerosita' delle persone residenti nella medesima abitazione.

N.B. Il territorio nazionale, come definito dal D.p.R. 26 agosto 1993, n. 412, e' diviso in 6 zone climatiche dalla A (piu' calda) alla F (la piu' fredda) 

La tabella riassuntiva del valore bonus annuo in euro per fasce climatiche, numerosita' familiare e tipologia di impianto per l'anno 2009 e 2010 sono riportati nella tabella di seguito:

Ammontare del bonus gas per i clienti domestici
EURO/anno
Fasce climatiche 2009   Fasce climatiche 2010
A/B C D E F   A/B C D E F
Famiglie fino a 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o cottura 25 25 25 25 25   26 26 26 26 26
Riscaldamento 35 50 75 100 135   36 52 77 103 138
Acqua calda sanitaria e/o cottura, piu' riscaldamento 60 75 100 125 160   62 78 103 129 164
Famiglie oltre 4 componenti
Acqua calda sanitaria e/o cottura 40 40 40 40 40   41 41 41 41 41
Riscaldamento 45 70 105 140 190   46 72 108 143 195
Acqua calda sanitaria e/o cottura, piu' riscaldamento 85 110 145 180 230   87 113 149 184 236
 

Ad esempio, una famiglia di tre componenti che ha diritto al bonus ed usa il gas per cottura cibi piu' acqua calda e riscaldamento, otterra' un bonus di 160 euro se si trova, ad esempio, a Belluno (zona climatica F), di 125 euro a Torino, Milano, Bologna e l'Aquila (zona climatica E), di 100 euro aFirenze e Roma (zona climatica D), di 75 a Bari (zona climatica C) e di 60 euro se vive a Palermo(zona climatica A/B).

Per una famiglia numerosa, di oltre quattro componenti, che usa il gas per cottura, riscaldamento dell'abitazione e acqua calda, il bonus sara' di ben 230 euro a Belluno, in zona climatica F, di 180 euro in zona climatica E (dove si trovano comuni quali, Torino, Milano, Bologna e l'Aquila), di 145 euro per chi vive in zona climatica D (ad esempio Roma e Firenze), di 110 euro a Bari o a Napoli(zona climatica C) e di 85 euro a Palermo (zona climatica A/B).

Come e dove richiedere il bonus?

Per richiedere il bonus e' necessario 

  • compilare l'apposito modello presente di seguito nella sezione Modulistica o scaricarli dal sitoSGATE
  • Allegare il modello ISEE
  • Carta di identita'
  • Autocertificazione figli a carico (se con piu di 4 figli a carico)

e consegnare il tutto all'ufficio Protocollo del Comune di Frignano.

 

 

Per assistenza nella compilazione rivolgersi all'ufficio assistenza presso il Comune 

Ulteriori informazioni

Anche per il bonus gas e' prevista una portabilita' totale e gratuita: infatti esso e' riconosciuto indipendentemente dal venditore con cui e' attivo un contratto di fornitura; pertanto continua ad essere riconosciuto anche in presenza di un cambio di fornitore, cosi' come di un cambio della residenza del cliente che ha presentato la richiesta. Per maggiori informazioni sui requisiti per accedere al bonus e su come presentare la domanda ai Comuni, e' possibile visitare i siti: 

 

oppure chiamare il call center (promosso dall'Autorita' per l'energia e gestito dall'Acquirente Unico) al numero verde 800.166.654(ore 8-18, lunedi'-venerdi')

La legislazione vigente :

Modulistica :