Stampa

Bonus Enel

BONUS ENEL per le famiglie a basso reddito

Novita' sul bonus del 15/03/2009

enel

  •  1a. in condizioni di disagio economico aventi utenze residenti con potenza impegnata non superiore a 3 kW.
  • 1b.     in gravi condizioni di salute che necessitano dell'utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche elettriche per il mantenimento in vita (disagio fisico).

Le compensazioni per disagio fisico e disagio economico sono anche cumulabili, in presenza dei rispettivi sopra indicati requisiti.

  1. Clienti in stato di disagio economico:


Per i clienti in disagio economico si prevede un risparmio del 20% circa sulle bollette di energia elettrica ed un valore del 'bonus' differenziato a seconda della numerosita' del nucleo familiare:

  • 60 euro/anno per un nucleo familiare di 1-2 persone (ammontare stabilito per l'anno 2008)
  • 78 euro/anno per 3-4 persone (ammontare stabilito per l'anno 2008)
  • 130 euro/anno per un numero di persone superiore a 4 (ammontare stabilito per l'anno 2008)
  • 144 euro per l'anno 2009 per soggetti in gravi condizioni di salute

Potranno accedere al bonus sociale, tutti i nuclei familiari che dispongono di un ISEE in corso di validita' (indicatore di situazione economica equivalente), il cui valore sia inferiore o uguale a 7500 euro. Il sistema di tutela per i clienti in disagio economico partira' dal 1^ Gennaio 2009 e prevedera' che il godimento del bonus sara' anche retroattivo per tutto il 2008, per tutte le richieste pervenute entro il 31 marzo 2009 (come da delibera ARG/elt 117/08 e sue successive modifiche ed integrazioni).

a1) Come chiedere il bonus:

Grazie ad un apposito sistema informatico (che si sta sviluppando per far fronte alle richieste), il cliente domestico residente fino a 3 kW di potenza impegnata ed economicamente disagiato potra' avere accesso al bonus recandosi presso il proprio Comune di residenza con l'attestazione del valore ISEE, le indicazioni sulla fornitura elettrica di cui e' intestatario (reperibili su ogni bolletta) e sulla numerosita' della famiglia anagrafica.

a2) Caratteristiche della compensazione:

La domanda, verificata da opportuni controlli, avra' validita' 12 mesi a decorrere dal primo giorno del secondo mese successivo alla trasmissione delle informazioni da parte del Comune alla societa' distributrice di energia elettrica. Per il rinnovo, bisognera' riattenersi alle stesse modalita' precedentemente adottate entro e non oltre la fine del mese precedente quello di scadenza. In caso di esito positivo, verra' riapplicata la compensazione per altri 12 mesi.

Le richieste presentate successivamente al termine di scadenza saranno trattate come nuove richieste di ammissione. La componente tariffaria compensativa sara' evidenziata a partire dalla prima fattura utile e per ciascun ciclo di fatturazione.

Nel caso di cessazione della fornitura, volture, subentri o modifiche contrattuali per mortis o aumenti di potenza oltre 3 kW, la compensazione cessera' contestualmente alla variazione contrattuale.

Nel caso di modifica della numerosita' familiare, la variazione decorrera' dal primo giorno del mese successivo all'avvenuta comunicazione della variazione delle informazioni da parte del Comune. Nel caso di cambio di residenza del cliente domestico avente diritto alla compensazione, anche qui la segnalazione della nuova residenza sara' effettuata tramite il Comune di nuova residenza.

  1. Clienti in stato di disagio fisico:

Per i clienti in disagio fisico si prevede un valore del 'bonus' pari a 150 euro/anno (ammontare stabilito per l'anno 2008) ossia una riduzione indicativamente dell'80% considerando come esempio la maggior spesa sostenuta da un cliente domestico con contratto di fornitura per abitazioni di residenza anagrafica, potenza contrattuale di 3 kW e consumo annuo di 3500 kWh rispetto al cliente domestico tipo, avente uguale contratto di fornitura e consumo annuo pari a 2700 kWh.

Potranno accedere al bonus gli utilizzatori di apparecchiature elettromedicali, individuati tramite:

  • i piani di emergenza per la sicurezza del servizio elettrico che identificano gli utilizzatori domestici di apparecchi elettromedicali. In tal caso, deve essere allegata una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorieta' che indichi il tipo di apparecchiatura elettromedicale e la sua necessita' ai fini dell'esistenza in vita del cliente in oggetto
  • una certificazione ASL con data di ammissione ed eventuale scadenza che attesti le gravi condizioni fisiche di un componente il nucleo familiare tali da richiedere l'uso di apparecchiature necessarie per il mantenimento in vita

Il sistema di tutela per questi clienti partira' dal 1^ Gennaio 2009 prevedendo che il godimento del bonus sara' anche retroattivo per tutto il 2008 (come da delibera ARG/elt n. 117/08 e n. 152/08).

b1) Come chiedere il bonus:

Grazie ad un apposito sistema informatico (che si sta sviluppando per far fronte alle richieste), il cliente domestico nel cui nucleo familiare sono presenti persone con disagio fisico potra' avere accesso al bonus recandosi presso il proprio Comune di residenza con la certificazione ASL e le indicazioni sulla fornitura elettrica di cui e' intestatario (reperibili su ogni bolletta).

In relazione alle informazioni rese disponibili dal sistema informatico istituito presso il comune di residenza del cliente disagiato fisicamente, si procedera' alla verifica delle seguenti condizioni atte al raggiungimento del bonus compensativo per ogni persona che versa in gravi condizioni di salute e' prevista la compensazione con riferimento ad un solo punto di prelievo (POD reperibile su ogni bolletta) la localizzazione delle apparecchiature deve coincidere con quella del punto di prelievo per il quale si richiede il bonus l'intestatario del contratto di fornitura corrispondente del punto di prelievo per il quale si richiede la compensazione deve appartenere allo stesso nucleo familiare della persona che versa in gravi condizioni di salute.

b2) Caratteristiche della compensazione:

La domanda, una volta sottoposta alla sua veridicita', decorrera' dal primo giorno del secondo mese successivo alla trasmissione delle informazioni da parte del Comune alla societa' distributrice di energia elettrica e sara' riconosciuta senza interruzione fino al primo giorno del mese successivo alla notifica di cessato utilizzo delle apparecchiature elettromedicali.

La componente tariffaria compensativa sara' evidenziata a partire dalla prima fattura utile e per ciascun ciclo di fatturazione.

Nel caso di cessazione della fornitura, volture, subentri o modifiche contrattuali per mortis causa, la compensazione cessera' contestualmente alla variazione contrattuale.

La riforma della tariffa domestica:

Al fine di recuperare i milioni di euro necessari all'erogazione del bonus sociale, sara' prevista gia' a partire dal 1^ Ottobre 2008, l'introduzione di una nuova componente tariffaria denominata As che verra' applicata a tutte le utenze (domestiche e non), ad esclusione dei soggetti destinatari della compensazione. 

L'Autorita', contestualmente all'introduzione del regime di tutela sociale con la delibera ARG/elt 117/08, sta disponendo, a partire dal 1^ Gennaio 2009, la revisione della struttura tariffaria applicata ai domestici prevedendo una struttura a scaglioni di consumo relativamente ai corrispettivi tariffari del servizio di trasporto, non solo per i clienti con tariffa D2 ma anche per quelli con tariffa D3.

Novita'

Sono ammesse al bonus le famiglie con piu' di 3 figli a carico con un reddito ISEE non superiore ad euro 20.000,00.
Sono ammesse al bonus le famiglie con contratti di fornitura elettrica per la sola abitazione di residenza per potenza impiegata:

$1§  Fino a 3 kW per famiglie composte da un numero non superiore a 4 componenti

$1§  Fino a 4,5 kW per famiglie formate da un numero di componenti superiore a 4 componenti

Modulistica :

§  Bonus per disagio Economico (Modello A)

§  Bonus per disagio Fisico (Modello B)

§  Dichiarazione sostitutiva (Modello C)

§  Fac-simile Certificato ASL (Modello D)

§  Modello autocertificazione figli a carico (Modello E)

I moduli compilati devono essere consegnati al comune all'ufficio protocollo durante gli orari di apertura degli uffici. 

Per assistenza nella compilazione rivolgersi al Patronato ACAI  presso l’Ufficio Assistenza il Lunedi dalle ore 16,00 alle 18,00 e Giovedi dalle ore10,00 alle 12,00